Author: Fabio Boni
E-mail: f.boni@uj.edu.pl
Institution: Uniwersytet Pedagogiczny im. Ken w Krakowie
Year of publication: 2015
Source: Show
Pages: 35-47
DOI Address: https://doi.org/10.15804/IW.2015.06.02
PDF: iw/06/iw602.pdf

GIOVANNI ANtONIO MASSINONI’S IL FLAGELLO DELLE MERETRICI ET LA VIRTù DONNESCA NEI FIGLIUOLI

This article analyses the booklet Il Flagello delle Meretrici et la Virtù Donnesca nei Figliuoli by Giovanni Antonio Massinoni (XVI–XVII centuries). The first part of the article presents a bio-bibliographical profile of the author, based on the little information that is available, and gives an overview of the diffusion of the book. The second part analyses the text. The structure of Il Flagello is presented first in the context of the misogynous tradition; then, La Nobiltà Donnesca nei Figliuoli will be examined. The last section contains an attempt to explain the reasons why two texts that are apparently in contradiction with one another are included in the same book and are part of the book’s title.

L’articolo analizza un opuscolo tardo cinquecentesco intitolato Il flagello delle meretrici et la virtù donnesca nei figliuoli, il cui autore è Giovanni antonio Massinoni. Nella prima parte si dà un profilo bio-bibliografico dell’autore, sulla base delle scarsissime notizie a disposizione, oltre a fornire un panorama sulla diffusione dell’opera. Nella seconda parte si procede all’analisi del testo. Viene prima presentato Il flagello, mettendone in luce la struttura e collocandolo nel contesto della tradizione misogina. Segue poi la presentazione della Nobiltà donnesca nei figliuoli. Infine si cerca di rispondere al perché due testi in apparente contraddizione tra loro si trovino invece inclusi nella stessa opera e ne costituiscano il titolo.

REFERENCES:

  • Bell, R. (1999). How to do it: guide to good living for Renaissance Italians. Chicago: the Univerity of Chicago Press.
  • Duby, G., Perrot, M. (2009). Storia delle donne in occidente. Dal Rinascimento all’età moderna. Bari: Laterza.
  • Filippini, N.M., Plebani, t., Scattigno, A. (2009). Corpi e storia. Donne e uomini dal mondo antico all’età contemporanea. Roma: Viella.
  • Fintoni, M. (1999). L’ ingegno negato. L’immaginario antifemminile tra XVI e XVII sec. In P. totaro (a cura di), Donne filosofia e cultura roma: cnr.
  • Graf, A. (1888). Attraverso il Cinquecento. torino: Loescher.
  • Massinoni, G.A. (1599). Il flagello delle meretrici, et la nobiltà donnesca ne’ figliuoli del sig. Gio. Antonio Massinoni dottor di leggi. Venezia: Somasco.
  • Minafro, M. (2011). Catalogo delle edizioni e dei manoscritti del Fondo torre. La Berio. Rivista semestrale di storia locale e di informazioni bibliografiche, Anno LI, Luglio-Dicembre 2011.
  • Pastore, A. (2007). Confini e frontiere nell’età moderna: un confronto tra discipline. Milano: Franco angeli.
  • Romagnoli, A. (2007). La donna del cortegiano nel contesto della tradizione. Barcelona: universitat de Barcelona.
  • Rossetto, F. (2006). Consoli, podestà e sindaci a Monselice dal 1110 al 2006. Monselice.
  • Spencer Ashbee, H. (1885). Catena librorum tacendorum: being Notes Bio-Icono-graphical and Critical, on Curious and Uncommon Books. London.
  • Visconti, F. (1905). Lo spirito misogino nel secolo XVII. avellino: Pergola.
  • Zancan, M. (1998). Il doppio itinerario della scrittura. La donna nella tradizione letteraria italiana. torino: einaudi.

Wiadomość do:

 

 

© 2017 Adam Marszałek Publishing House. All rights reserved.

Projekt i wykonanie Pollyart